15 novembre 2012

Luciano Annaratone

Amico e artigiano

“Ci impiegai due anni ad entrare con lui in completa sintonia. 'Si dimentichi di fare l'orefice – mi diceva – pensi di fare il meccanico'. Con 40 quarant'anni di esperienza alle spalle per me non fu semplice cancellare gusti e stili personali, ma ben presto mi resi conto che aveva ragione. E alla fine cominciammo a capirci prima ancora di dover parlare”.

“La sua mente vulcanica, la sua fantasia, la sua capacità di sapersi congratulare per il lavoro fatto. Ma anche di accettare i limiti: non artistici, quanto tecnici, fisici. Una persona speciale”.

“Ricordo la volta in cui mi recai in fiera a Milano per mostrargli il primo lavoro da lui commissionatomi. Mi avvicinai in mezzo ad una folla meravigliata e scorsi una vetrina con la scritta 'Sfruttatori di merda': in bella esposizione, dava mostra di sè un ciondolo di sei centimetri composto da sterco di cavallo. Se non è coraggio questo...”.

Condividi:

OPERE

Cartier

L'Art Decò, Cartier, Enrico Cirio

Cartier

Cartier

Per i colori e per la forma, un chiaro omaggio all'Art Decò e agli anni '20/'30, di cui Cartier fu incontrastato maestro.

Recuperi originali

Un gioiello sostenibile

Ecco un oggetto adatto all'era della raccolta differenziata.

Ala Rossa

Chissà a chi appartiene quest'ala?

Ala rossa

Ala rossa

Un'ala rossa fa capolino tra i diamanti, lasciando trasparire affascinanti riflessi sul verde. La morbidezza della pietra contrasta con le geomet..   [Continua]